Iskanje COBISS
Iskanje COBISS

Berivka: fonte di benessere!

Durante il periodo delle festività la Biblioteca Srečko Vilhar di Capodistria si è arricchita di diversi incontri, primo l’incontro online con il Circolo di lettura Berivka. Il primo ciclo di incontri  si svolgerà nell’arco di tre settimane, »Racconti brevi per lunghe serate«. La prima serata si è tenuta il 23 dicembre e Diana Pungeršič ha raccontato della premiata collezione di Sergej Curanović – Plavalec.

SLOVAR

Berivka -e ž (ȋ) zgodnja spomladanska solata, ki ne dela glav: nabirati berivko; greda berivke / vsejati berivko.

Lattuga  pl. –che  pianta erbacea coltivata negli orti, le cui foglie larghe e tenere vengono utilizzate specialmente per insalate (fam. Composite) dim. lattughina, lattughino (m.)

Etimologia: ← lat. lactūca(m), deriv. di c lăctis ‘latte’, per il liquido lattiginoso che secerne; il sign. di ‘gala’ per sovrapposizione di lattuga allo sp. lechuga.

Al primo incontro, Diana ha spiegato perché a questo circolo sia stato dato il nome Berivka. Conosciamo tutti la »Berivka/Lattughino« come un’insalata di inizio primavera; così è il nostro circolo di lettura, fresco e altrettanto vivace come lo sono le foglie di lattuga. Al contempo la parola ricorda la lettura, una miscellanea, che può anche essere associata alla raccolta di sempre nuove conoscenze. Come l’ottima insalata fresca, presagio di primavera, e alimento estremamente salutare, anche il nostro Circolo di lettura Berivka è fonte di grande benessere.

Siete dunque, benvenuti nella grande squadra di lettori eccezionali. In compagnia di Diana, il 13 gennaio alle ore 18 e 30, potrete scoprire il mondo immaginario offerto dai libri. Questa volta, la conversazione riguarderà la già premiata raccolta di racconti Kar noč dopušča, scritta da Pierre J. Mejlak.

La raccolta di racconti Kar noč dopušča (2019)

Questa raccolta di racconti Kar noč dopušča, ci risucchia in un vortice di vari imprevisti, nella vita di persone che spesso si trovano a un crocevia, tra il mondo reale e quello immaginario, tra passato e  futuro, tra invisibilità e arroganza. Siamo assorbiti in un universo di prepotenti che spesso oltrepassano il limite alla ricerca di amore, approvazione e ammirazione. Come la storia di un ragazzo i cui unici amici sono una scatola di vecchi fiammiferi, o un mitomane che farebbe qualsiasi cosa per incantare un’ex fidanzata, una moglie che pubblica il suo manoscritto postumo  alla morte del marito … Ma la vita non risparmia, nemmeno gli eroi di Mejlak. A Pierre J. Mejlak è stato conferito il Premio dell’Unione europea per la letteratura per la sua raccolta di racconti Kar noč dopušča.