Iskanje COBISS
Iskanje COBISS

70 ° anniversario della biblioteca di Capodistria – Iniziamo una serie di eventi con la visita di Goran Vojnović.

La biblioteca centrale  Srečko Vilhar di Capodsitria è entrata nel nuovo anno con slancio e nuove idee. Quest’anno celebra il 70 ° anniversario della sua attività oggi la conosciamo. Per omaggiare questo grande anniversario, si stanno preparando una serie di vari eventi. Il primo, mercoledì 20 gennaio 2021, alle 17:00, quando Goran Vojnović sarà ospite nell’ambito del concorso Po poti ustvarjalnosti – mladi pišejo Sul sentiero della creatività – I giovani scrivono.

Brevi cenni storici

La biblioteca a Capodistria vanta una lunga tradizione. La Biblioteca Civica risale ai primissimi anni del XIX secolo. La biblioteca pubblica slovena nasce esattamente settant’anni fa, nel 1951, con una nuova biblioteca comunale (slovena) all’ interno di Palazzo Brutti, dove ancora oggi risiede. Prende il nome dal già direttore Srečko Vilhar, nel 1975. Nel 2003 acquisisce lo status di biblioteca regionale centrale, le viene così affidato il compito di gestire i servizi bibliotecari per gli utenti sia del Comune Città di Capodistria che del Comune di Ancarano, al contempo le sono demandati ulteriori compiti per l’intera area carsico-costiera.

Nel tempo la biblioteca è cresciuta a fianco delle persone che l’hanno visitata e aiutato a evolversi, curando costantemente non solo lo sviluppo della cultura della lettura, ma anche degli eventi culturali in generale. Oggi, la biblioteca è molto più di un semplice servizio prestit, è diventata un alleato per gli studenti e uno spazio in cui sviluppano diversi progetti per avvicinare il libro alle persone in tutte le sue sfaccettature, sia a livello locale, che nazionale e internazionale. Una fresca folata soffia nelle vele delle biblioteche, questo è anche il titolo lusinghiero di Branju prijazna občina /Comune amico della lettura,  ricevuto lo scorso anno dal Comune di Capodistria, inteso come incentivo e impegno a stabilire modi nuovi e ancora più amichevoli ad incontrare i lettori.

Tradizione della biblioteca

La biblioteca centrale  Srečko Vilhar è una biblioteca che vanta un ricco programma e una lunga tradizione. Oltre all’attività bibliotecaria di base, crea eventi culturali nell’area del Comune di Capodistria e oltre. In questo modo, quest’anno, anno giubilare, offrirà nuovi contenuti volti a rafforzare e accrescere la cultura della lettura. Vale la pena sottolineare i progetti di successo che saranno sviluppati e aggiornati in futuro in collaborazione con molti partner: il portale web dobreknjige.si, la Biblioteca sulla spiaggia, il concorso di lettura Berimo z Rovko Črkolovka e molti altri.

Il progetto di lettura di Rovko Črkolovka è riconoscibile al dilà dei confini nazionali. La sua comunità di lettori comprende già 1.154 studenti delle scuole elementari di quinta e sesta classe. Al progetto hanno aderito gli studenti delle scuole elementari della regione Carsico-costiera, gli studenti delle scuole elementari slovene di Trieste, gli studenti del Liceo Federale e del Real Gymnasium Federale per gli sloveni di Klagenfurt e gli studenti di lingua slovena dell’Associazione slovena Triglav Banja Luka.

Particolarmente importante  l’attività dal Bibliobus, che si è fatta strada anche oltre confine. Le soste includono il comune di Capodistra, Isola, Pirano, Divaccia, Bisterza e Erpelle-Cosina. Il bibliobus prosegue con soste a Trieste, presso la scuola elementare Josip Jurčič a Duino, un asilo a Malchina e le soste a Umago, Pola e Pinguente in Croazia. Ci sista adoperando per implementare nuove soste, sia a livello locale che nazionale e internazionale. In tutto questo, non dimentichiamo gli sloveni di tutto il mondo, perché si vuole coprire vari gruppi a diversi livelli e stabilire un’offerta diversificata di collezioni di libri a livello internazionale. Incrociamo le dita affinché le condizioni epidemiologiche lo consentano.

Affinché il libro raggiunga i più vulnerabili, alla fine dello scorso anno è stato pubblicato uno libro molto speciale. In collaborazione con i partner, hanno realizzato a mano il libro tattile che delizierà i bambini ciechi e ipovedenti. Sarà donato a biblioteche pubbliche, società e associazioni di ciechi e ipovedenti.

Continueremo a incoraggiare l’uso di libri elettronici e altre risorse elettroniche. Alla fine dello scorso anno, ci siamo avvivìcinati  ancora di più ai gruppi più vulnerabili.

Novità per il 70.esimo anniversario

Quest’anno la biblioteca di Capodistria aggiornerà il progetto Sala Alojz Kocjančič, all’interno del quale stiamo preparando un interessante programma per le scuole. Durante la loro visita all’Aula Alojz Kocijančič, gli studenti delle scuole elementari impareranno a conoscere il ricco patrimonio letterario e culturale del sacerdote e del poeta, che è estremamente importante non solo per il per l’area istriana ma anche per la più ampia area slovena.

Miglioreranno e modificheranno anche la collezione di libri nelle carceri di Capodistria e utilizzeranno la piattaforma online MLOL per garantire che i libri raggiungano tutti gli utenti del gruppo autoctono italiano. Avvieranno anche un progetto triennale Leggiamo insieme, rivolto agli alunni delle scuole primarie italiane dei comuni costieri.

Tra i nuovi progetti spicca sicuramente il progetto Leggiamo con i bambini, con il quale le biblioteche pubbliche dell’area carsico-costiera cercheranno di sensibilizzare i genitori e incoraggiarli a leggere ai loro bambini in una fase iniziale del loro sviluppo. Si adopereranno per raggiungere in particolare tutti coloro che non hanno ancora formato abitudini di lettura e non visitano le biblioteche.

Arricchiranno ulteriormente la collezione etnografica e prepareranno due mostre. I primi saranno disponibili sul sito web della biblioteca e sulle piattaforme Facebook e Instagram dall’1 al 14 febbraio, quando sveleranno i libri più preziosi e storicamente importantissimi che custodiamo, e ad ottobre renderanno omaggio al capodistriano in una mostra e simposio, al medico e inventore italiano Santorio Santorio (1561–1636).

Il nuovo Circolo di lettura Berivka con Diana Pungeršič ti invita a socializzare con un buon libro. Perché Berivka? Berivka è conosciuta come una primizia e così è il club di lettura, fresca, frizzante, come le prime foglie, e allo stesso tempo la parola ricorda la lettura e di conseguenza l’acquisizione di nuove intuizioni sulla natura dell’uomo e del mondo che ci circonda. Con Diana, il 13 gennaio, alle 18.30, potrete svelare il colorato mondo dei racconti raccolti nel pluripremiato libro »Kar noč dopušča«, scritto dallo scrittore maltese Pierre J. Mejlak.

Oltre a quanto sopra, quest’anno si sta preparando un nuovo concorso letterario per giovani, che, con l’aiuto del voto sui social della nostra biblioteca, è stato intitolato Sul sentiero della creatività.Al progetto hanno aderito anche la la società culturale Gajba, la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Litorale, il Ginnasio di Capodistria, l’Istituto tecnico di Capodistria la scuola Economica di Capodistria. Il concorso si svolgerà dal 20 gennaio al 1 settembre. Potranno partecipare al concorso tutti di età compresa tra i 15 ei 25 anni. Saranno scritti racconti sull’argomento In cammino verso il futuro. Nell’ambito del progetto, nella biblioteca di Capodistria si terranno quattro laboratori di scrittura creativa e lettura creativa, che si svolgeranno rispettivamente il 2 e 3 febbraio e il 9 e 10 febbraio alle ore 17 tramite collegamento video. Tutti coloro che vogliono partecipare ai laboratori, registrarsi all’indirizzo e-mail po.poti.ustvarjalnosti@gmail.com.

Il concorso Sul sentiero della creatività sta realizzando e una serie di eventi per celebrare l’anniversario inizierà in biblioteca mercoledì 20 gennaio 2020, alle 17, quando Goran Vojnović sarà invitato come ospite. Si uniranno anche studenti Ginnasio di Capodistria, Dell’Istituto tecnico di Capodistria e la scuola economica di Capodistria, e sotto la guida dei professori Jelica Maraž, Alen Mesarić, Adrijana Kocjančič e Mojca Butinar Mužina, porranno allo scrittore alcune domande. Ultimo ma non meno importante, in questi giorni, nell’ambito della maturità di quest’anno, stanno leggendo il suo romanzo Figa, che ha vinto un premio.

Molti altri eventi e mostre sono previsti nella biblioteca quest’anno, inclusa una pubblicazione speciale in onore dei 70 anni di attività della biblioteca. Non perderti alcuni dei nomi clamorosi che quest’anno visitano virtualmente o dal vivo la Biblioteca centrale Srečko Vilhar (si adatteranno a tutte le misure applicabili). Siete quindi invitati a serate letterarie e interessanti eventi culturali. Attendiamo con impazienza la vostra attenzione!